Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Mercoledì, 04 Febbraio 2015 18:02

(W) #VIVA LA RADIO! NETWORK - “LORENZO FEDERICI” L'ALBUM D'ESORDIO DEGLI EUGENIO IN VIA DI GIOIA.

Scritto da 
(W) #VIVA LA RADIO! NETWORK  - “LORENZO FEDERICI” L'ALBUM D'ESORDIO DEGLI EUGENIO IN VIA DI GIOIA.

Alla fine della V edizione del _resetfestival di Torino abbiamo salutato gli Eugenio in Via di Gioia come un gruppo promettente della scena musicale torinese, e di certo lungo quest'anno le nostre aspettative non sono state deluse.

Dopo un tour in diverse città italiane e la vittoria del premio della critica del festival Sotto il cielo di Fred, gli Eugenio in via di Gioia presentano il loro primo album Lorenzo Federici, creato grazie alla raccolta fondi su Musicraiser. I raisers hanno dimostrato piena fiducia in un progetto che, dopo Ep Urrà, conferma le grandi capacità di questo gruppo.

La presentazione del disco è avvenuta alle Officine Corsare di Torino, ed è stata una vera e propria festa di compleanno, con tanto di sold-out e replica della data il giorno dopo. Gli Eugenio in Via di Gioia presentano uno spettacolo variegato, frizzante e sprizzante di gioia, una caratteristica che sin dall'inizio è emersa dalla loro musica rendendoli inconfondibili.

Oltre l'ottimo lavoro in studio gli Eugenio in Via di Gioia si riconfermano un gruppo che dà il meglio di sé sul palco. I loro concerti sono esplosivi, musica che è energia pura, con tanto di brevi sketch che ne fanno un piccolo spettacolo di vero intrattenimento.

L'album deve il suo titolo, appunto, a Lorenzo Federici (il bassista che non compare, a differenza di tutti gli altri componenti, nel nome del gruppo) e si presenta come il risultato di un importante lavoro di ricerca e crescita. Gli Eugenio in Via di Gioia parlano di situazioni quotidiane, di quelle piccole cose che costellano la nostra vita, e lo fanno da un punto di vista ironico e critico.

Nulla è scontato. Insomma, avete mai pensato a quanto sia problematica la privatizzazione del suolo pubblico nella gestione delle spiagge? Gli Eugenio ve lo raccontano insieme alla Banda Fratelli nel brano Zoo Balneare”; le pittoresche immagini proposte invitano ad una doppia lettura, la risata e pensiero critico si incastrano perfettamente.

Esemplare può essere il trittico dedicato al mondo musicale. Si inizia con Argh! un inno ai continui ritardi di cui sono reciproche vittime musicisti e pubblico, segue La cosa peggiore dell'Universo un onesto lamento contro la regola d'oro dei contest “l'importante è aver partecipato”. Troppo sul seriale, invece, descrive la triste situazione in cui riversano molti artisti che spesso devono occuparsi di tutto ciò che non riguarda la parte creativa, limitata soltanto a trovare i “giusti” tormentoni da dare in pasto al pubblico.

Gli Eugenio in Via di Gioia hanno sviluppato anche una vena più riflessiva, lo dimostra Il mondo che avanza, nuova versione di All you can eat già presente nel loro EP. Questa, insieme a Egli e Non ancora, è una canzone che dimostra la versatilità del gruppo e la sua creatività nella scrittura, che spazia dai più spiritosi ai più fini usi della parola.

La sensazione che si ha quando si ascolta "Lorenzo Federici" è quella che si prova quando ci si perde la sera a parlare con amici sull'universo-mondo, alternando il divertimento con momenti di riflessione che, inaspettatamente, lasciano il segno.

È limitativo ridurre le canzoni degli Eugenio in Via di Gioia in “canzoni che fanno ridere” e “canzoni un po' più serie”. Ogni loro brano è avvolto da un'ironia più o meno accentuata, e ci parla con una lucidità e un'onestà disarmante. Sincerità, umiltà ed entusiasmo sono decisamente i punti di forza di questi quattro ragazzi, che stanno riscontrando un maggiore consenso crescendo “a vista d'occhio”.

Accusarli di leggerezza è superficiale. Forse in questo periodo così complesso siamo spaventati dal potere del sorriso, e questo ci porta a rifiutare tutto ciò che non si esprime con angoscia e preoccupazione. La loro allegria è un vero atto di coraggio, una vera ventata di rinnovamento nel panorama cantautorale italiano.

 

Corinne Chinnici, Torino.

Tracklist

  1. Argh!

  2. La cosa peggiore dell'universo

  3. Ho perso

  4. Non ancora

  5. Ottetto di stabilità

  6. Noi adulti

  7. Egli

  8. Pam

  9. Troppo sul seriale

  10. Zoo Balneare (ft. Banda Fratelli)

  11. Il mondo che avanza (ghost track)

 

Letto 2023 volte
Corinne Chinnici - Torino

Sono un'amante fedele di tutto ciò che è espressione dell'animo umano, in particolare mi reputo una sorta di satellite che ruota intorno al mondo della Musica. Sono attratta da ogni suo singolo abitante, sia esso l'icona che ancora risplende dal passato o un giovane barbuto che vaga con la sua chitarra. Amo ascoltare quello che ognuno di loro ha da dirmi, e mi piace ancora di più avere la possibilità di comunicare e condividere con gli altri la bellezza di cui mi ha fatto dono.

website: http://www.vivalaradio.fm

Instagram

Twitter

Facebook