Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Domenica, 18 Gennaio 2015 00:00

#(W) VIVA LA RADIO! NETWORK TRICARICO – INVULNERABILE TOUR MAD’ IN ITALY VERONA

Scritto da 

Video

#(W) VIVA LA RADIO! NETWORK TRICARICO – INVULNERABILE TOUR MAD’ IN ITALY VERONA

Con la sua caratteristica semplicità e l’accompagnamento essenziale ed efficace di piano elettrico e chitarra (Michele Fazio, Marco Guarnerio), il live di Tricarico è in realtà uno spettacolo completo, quasi teatrale, di musica e poesia.  

Solo apparentemente svagato, solo apparentemente stonato, solo apparentemente “naif”. Tricarico recita le sue canzoni: immagini mimate, parole a volte appena sussurrate, dispiegano concetti umani profondissimi con l’evidenza di un bambino.

Bisogna stare attenti alle parole” (Pesca).

Se un "artista" si riconosce dall’invenzione di un linguaggio, quello di Tricarico è un “vocabolario elementare privilegiato” che gli permette di affrontare, con la leggerezza di una libellula, esperienze universali anche drammatiche, come il dolore, la morte, l’amore non ricambiato.

Ci sono le speranze (Oroscopo), la percezione dei propri limiti (Le conseguenze dell’ingenuità), il perdono (Un’altra possibilità), le fobie (Formiche), l’incanto, e il disincanto (La neve blu, L’America), la crisi (La situazione).

Fantasioso, ironico, patriottico Tricarico, a un certo punto divide il pubblico in galli e galline: “Ho bisogno del vostro aiuto, perché noi tre non riusciamo a fare… un pollaio”; poi li riunisce in coro incitandoli a cantare più forte, perché a suon di chicchirichì e coccodè addirittura l’Italia intera potrebbe risvegliarsi e ritrovare coesione.

Come ci dice in una breve intervista “Nella vita le cose accadono - e a me ne son successe tante – Capitano quelle brutte, quelle belle e le belle che poi diventano brutte, come l’amore che finisce… Non è che dobbiamo rimanere condizionati per forza: le cose si possono osservare, rinominare, raccontare” (ecco l’Invulnerabile, da cui il nome dell’album e del tour).

Il pubblico, divertito e sospeso in un mondo fuori dal tempo e dallo spazio, ma molto vicino all’infanzia di ognuno di noi, è restituito alla realtà rasserenato come dopo un pianto, ristorato come dopo un lungo sogno. 

 

Emanuela Perina, Verona

Letto 2407 volte
Emanuela Perina - Verona

La palla della disco mi è sempre piaciuta. Mille faccette tutte impegnate a riflettere la luce in altrettante direzioni. Anche io, così, ho tanti interessi diversi che mi dividono tra l'ingegneria, la musica, il ballo, la vela... Molteplici intenti, variopinte sfumature, tendenze spesso opposte ma che tutte assieme mi compongono e mi rendono rotonda!

website: http://www.vivalaradio.fm

Instagram

Twitter

Facebook