Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Sabato, 17 Gennaio 2015 16:26

(W)#VIVALARADIO NETWORK! – DIODATO PRESENTA A ROMA IL SUO "A RITROVAR BELLEZZA" In evidenza

Scritto da 
(W)#VIVALARADIO NETWORK! – DIODATO PRESENTA A ROMA IL SUO "A RITROVAR BELLEZZA"

Si è tenuto a Roma, presso la Feltrinelli di Via Appia, il primo dei tre showcase del nuovo album di Diodato, rivelazione del 2014 dopo la partecipazione a Sanremo giovani 2013.

Il compito di aprire la presentazione è lasciato alla musica con il pezzoPiove, di Domenico Modugno e si viene subito catapultati nelle atmosfere melodiche dei Sixties italiani, con le armonizzazioni bit, il sound malinconico che fa da sfondo ad un testo semplice e così apparentemente lontano, riattualizzato con raffinata dolcezza e profonda personalità.

La presentazione dell’album è stata piacevolmente interrotta da altri tre momenti di live, nei quali il cantante ha riproposto brani rappresentativi creando un’atmosfera emozionante, una sorta di nostalgia delicata e sognante: Se stasera sono qui di Tenco, Ritornerai di Lauzi chiudendo con Canzone per te di Endrigo.

A ritrovar bellezzaè un affascinante tributo ad importanti autori degli anni '60 realizzato da un giovane che, a distanza di oltre 50 anni, reinterpreta in modo personale grandi pezzi della nostra tradizione musicale fornendo nuove visioni e soffiando su quella patina di dimenticanza che si posa spesso su grandi brani che invece meritano di essere conservati nella coscienza melodica nazionale.

«Il testo è nato per la possibilità di raccontarmi attraverso i testi degli altri autori. Gli anni’60 sono stati un periodo molto complesso ma molto ricco per potersi esprimere. Ho scelto i brani che mi facevano emozionare di più per trasmettere qualcosa di mio, ci è voluto molto coraggio per avvicinarmi a questi capolavori ma non ho mai creduto negli “intoccabili”: con grande rispetto dei testi e degli arrangiamenti ho provato a reinterpretare i pezzi», dice Diodato.

La tracklist riporta i brani presentati nell’appuntamento domenicale della scorsa stagione di Che Fuori Tempo Che fa di Fabio Fazio, con gli arrangiamenti di una bella band composta da Daniele Fiaschi, chitarra elettrica e classica, Duilio Galioto pianoforte, Wurlitzer, MS20 organi e glockenspiel, Danilo Bigioni, basso elettrico e Alessandro Pizzonia, batteria e percussioni.

A loro si sono aggiunti Rodrigo D’Erasmo, violinista degli Afterhours e gli Gnu Quartet, i quali hanno curato gli archi di tutto l’album.

Importanti anche le collaborazioni come quelle di Manuel Agnelli, Roy Paci con i suoi Velvet Brass e ancora Fabio Rondanini, batterista dei Calibro 35 e Gabriele Lazzarotti, già bassista di Daniele Silvestri e Niccolò Fabi.

Un bel progetto italiano, dunque, un viaggio nella memoria di anni ricchi di poesia e di poeti di musica e parole, da Luigi Tenco a Sergio Endrigo, da Domenico Modugno a Umberto Bindi.

«queste canzoni ci appartengono, ci raccontano e sono in grado di ricordarci di quanta forza e bellezza siamo ancora capaci», dichiara l’artista.

Anni da riscoprire come radici da cui trarre linfa; in un momento in cui la musica è viziata da pezzi vuoti e superficiali, da cantanti fuorviati da miti commerciali, recuperare il passato significa costruire un bagaglio culturale dal quale non si può prescindere perché è la base sulla quale i giovani cantautori come Diodato possono costruire un’identità artistica e una personalità stilistica nella scrittura.

Tracklist

1.Ritornerai (Lauzi)

2.Piove (Modugno, Verde)

3.Il cielo (Reverberi, Dalla, Bardotti, Baldazzi)

4.Se stasera sono qui (Mogol, Tenco)

5.La voce del silenzio con Manuel Agnelli (Isola, Mogol, Limiti)

6.Canzone per te (Endrigo, Enriquez, Bardotti)

7.Non arrossire (Pennati, Gaberscik, Mogol, Monti)

8.Eternità (Cavallaro, Bigazzi)

9.Arrivederci con Roy Paci e Velvet Brass (Bindi, Calabrese)

10.Senza fine (Paoli)

 

 

Sabrina Pellegrini, Roma

 

  

 

Letto 1209 volte
Sabrina Pellegrini, Roma

"Immagino un mondo fatto solo di note e parole nel quale
l'esistenza sarebbe una colonna sonora armonica e travolgente".
Mi piace narrare questo universo, raccontarlo sulla
pagina, rievocarne le grandi figure del passato e appuntarne quelle
emergenti, conoscere novità, assistere alle evoluzioni e ai
cambiamenti.

website: http://www.vivalaradio.fm

Instagram

Twitter

Facebook